883 - La dura legge del gol
L'ultimo grande disco degli 883 nostagico - 883 - La dura legge del gol CD Musicali

L'Opinione più recente: ... sanno forse la nostalgia spesso è un sentimento non tanto corretto, perché tende a salvare ciò che al nostro cuore pare oro, ma al nostro... altro

L'ultimo grande disco degli 883 nostagico
883 - La dura legge del gol

francesc34

Nome dooyoo: francesc34

Prodotto:

883 - La dura legge del gol

Data: 16/11/15

Valutazione:

Vantaggi: valore affettivo e nostalgico

Svantaggi: nessuno

Max Pezzali e gli 883 rimasti realizzano "La Dura Legge Del Gol!". Tra tutti i lavori del gruppo questo disco resta probabilmente uno dei pochi salvabili con la piena sufficienza, e che come ogni altro lavoro del gruppo vive anche prevalentemente di nostalgia. Ma come tanti sanno forse la nostalgia spesso è un sentimento non tanto corretto, perché tende a salvare ciò che al nostro cuore pare oro, ma al nostro orecchio crescendo può perdere il suo fascino. Ebbene "La Dura Legge Del Gol" resta a parer mio l'ultimo "grande" lavoro degli 883, nonostante tra i primi 4 resti decisamente il minore. Non perché sia un brutto lavoro, anzi sono ancora lontano i tempi dei due successivi, ma perché non brilli di canzoni particolarmente memorabili eccetto qualche traccia che tra poco andremo ad analizzare. Al giorno d'oggi molti di questi pezzi sono richiesti di continuo nei live, e molti di questi vivono di una storia tutta loro, oltre a rappresentare un vero e proprio inno come lo è stato "Hanno Ucciso L'Uomo Ragno", "Come Mai" e "Una Canzone D'Amore". Il suono resta quello del precedente, niente di innovativo o di sorprendente, ormai i tempi di "Non Me La Menare" e "Cumuli" sono finiti, sta cominciando a prendere strada il Max rubacuori di oggi che tutti conosciamo, ma in pochi davvero lo apprezzano come un tempo,pero'da super grande fan dico che e' un grande

Conclusione: favoloso