Daniele Silvestri - Uno-due
Unò-dué... e cinque album - Daniele Silvestri - Uno-due CD Musicali

L'Opinione più recente: ... jeans e giacca di pelle, gli altri sono in smoking. Sullo sfondo, una parete con mattoni a vista, nome dell'autore e titolo dell'album. ... altro

Unò-dué... e cinque album
Daniele Silvestri - Uno-due

vaneve

Nome dooyoo: vaneve

Prodotto:

Daniele Silvestri - Uno-due

Data: 19/11/13

Valutazione:

Vantaggi: bell'album

Svantaggi: non il migliore di Daniele Silvestri

L'album "Unò-dué" è il quinto album in studio di Daniele Silvestri. E' uscito nel 2002.
Come suggerisce il titolo onomatopeico, è un album principalmente ritmato, a cui comunque si alternano alcune ballate.

L'ARTISTA
Nasce a Roma nel 1968 e pubblica il primo album dal titolo "Daniele Silvestri" nel 1994, con il quale raggiunge la notorietà e vince la Targa Tenco per il miglior album d'esordio. E' uno dei cantautori simbolo della attuale scena romana. Nel corso della sua carriera ha collaborato con Max Gazzè, Mina, Frankie HI-NRG MC, Fiorella Mannoia, Raiz, Niccolò Fabi, Subsonica e molti altri.

LA COPERTINA
Sulla coperina compaiono 6 "cloni" di Daniele Silvestri, quattro seduti su un divano di pelle bianca e due in piedi dietro ad essi, più un altro mezzo clone, la cui immagine continua lungo il dorso e sul retro della custodia, che si trova in piedi, sul lato destro.
Tre di essi sono vestiti in modo casul, con jeans e giacca di pelle, gli altri sono in smoking. Sullo sfondo, una parete con mattoni a vista, nome dell'autore e titolo dell'album.

TRACKLIST
1. Salirò
2. Il mio nemico
3. Sempre di domenica
4. Dipendenza
5. Manifesto
6. 1000 euro al mese
7. Il colore del mondo
8. Mi interessa
9. La classifica
10. Sabbia e sandali
11. Unò, dué
12. Di padre in figlio

CURIOSITA'- STORIA DI ALCUNI BRANI
° "Salirò" è stato presentato da Daniele Silvestri al Festival di Sanremo (terza partecipazione dell'artista), classificandosi quattordicesimo e vincendo il premio della critica "Mia Martini". Lo stesso brano ottiene un grande consenso da parte del pubblico, anche grazie ad un balletto realizzato in diverse occasioni live e nel videoclip della canzone da Daniele Silvestri e Fabio Ferri.
Ha vinto quattro premi all'Italian Music Award per il miglior singolo, il miglior videoclip, il miglior arrangiamento e la miglior composizione musicale.
° "Il mio nemico" è ispirato ai fatti del G8 di Genova del 2001.
° "L'autostrada" è un brano dedicato al suo incontro con la sua compagna di allora Simona Cavallari, la cui voce compare in alcuni versi della stessa canzone.
° "1000 Euro al mese" è la cover, con l'aggiunta di strofe rap, di "Mille lire al mese", brano inciso da Gilberto Mazzi nel 1938. L'accostamento è dato dalla recente introduzione dell'euro e alla volontà di avere uno stipendio dignitoso, ora come nel 1938, anche se mille lire dei primi decenni del 1900 avevano un potere d'acquisto di gran lunga superiore a quello di mille euro.
° "Di padre in figlio" è un brano in cui un padre si rivolge ad un figlio. Poco tempo dopo l'uscita dell'album è nato il figlio del cantante, il quale ha però affermato di non sapere ancora che sarebbe diventato padre quando ha scritto questo brano. E' invece dedicato al papà di Daniele, scomparso poco prima della stesura del brano. è dedicata al figlio di cui Daniele era in attesa durante la pubblicazione dell'album, con un omaggio anche a suo padre Alberto, scomparso pochi mesi prima.
Al papà di Daniele Silvestri sono anche dedicati alcuni versi in coda all'album, liberamente ispirati all'Ulisse dell'Inferno dantesco.

SECONDO ME
Tra la discografia di Daniele Silvestri, non posso dire che questo sia il mio album preferito, preferendo gli album degli esordi, caratterizzati da maggiore freschezza.
E' però probabilmente l'album che gli ha dato notorietà e forse rappresenta una svolta artistica del cantautore romano, segnandone la maturità.
E' un album di denuncia contro la società ("Il mio nemico", "Manifesto") e contemporaneamente di riflessioni sulla sugli eventi che hanno segnato la sua vita privata ("L'autostrada", "Di padre in figlio").
E sono proprio "L'autostrada" e "Di padre in figlio" i mei brani preferiti, di quelli che secondo me toccano il cuore.

(opinione rivisitata e già pubblicata)

Conclusione: In genere lo ascolto in macchina