Gigi D'Alessio - Scivolando Verso L'Alto
Una discesa o una salita? - Gigi D'Alessio - Scivolando Verso L'Alto CD Musicali

L'Opinione più recente: ... che il dialetto rafforza il concetto, perchè se stiliamo una lista con tutti i suoi titoli, la maggioranza delle canzoni belle sono quelle ... altro

Una discesa o una salita?
Gigi D'Alessio - Scivolando Verso L'Alto

Margherita123

Nome dooyoo: Margherita123

Prodotto:

Gigi D'Alessio - Scivolando Verso L'Alto

Data: 26/06/13

Valutazione:

Vantaggi: alcune belle canzoni che suscitano vecchi ricordi

Svantaggi: se non piace il genere

Questo ed in generale tutti i cd di Gigi D'Alessio mi riportano indietro di una decina d'anni, quando una delle mie amiche si era fissata con tutti i suoi cd e la sua musica.
Aveva iniziato ad acquistare quelli più semplici da trovare al supermercato o nei negozi di elettronica, ovvero gli ultimi, per poi andare a scavare nel passato di questo cantante.
Abbiamo così trovato praticamente un mondo inesplorato di canzoni quasi per nulla conosciute ma effettivamente molto più belle delle solite note.

Piano piano vorrei riuscire a recensire tutti questi bei lavori di un cantante oggi deriso da comici e da Facebook per le canzoni diventate banali e tutte uguali, simili a tante filastrocche melodrammatiche, sinceramente inascoltabili.
Andando indietro nel tempo invece troviamo dei lavori scritti e cantati con maggiore intensità e vigore.
Parole messe insieme con impegno, pathos e sentimento anzichè per esigenze di mercato hanno fatto sì che anche il tanto canzonato Gigi D'Alessio, producesse dei cd con i fiocchi, che purtroppo con l'andare del tempo e l'aumentare della popolarità sono andati scemando.
Forse è vero che il dialetto rafforza il concetto, perchè se stiliamo una lista con tutti i suoi titoli, la maggioranza delle canzoni belle sono quelle che ha cantato in napoletano.

Testi e musiche capaci di emozionare anche chi, da profana come me per esempio, non ama in generale la sceneggiata napoletana.
E' di questo che fondamentalmente stiamo parlando, perchè le canzoni sono cantate in dialetto e i temi fondamentali sono l'amore e le delusioni, storie che non vanno, tradimenti, lacrime e tutto quello che in generale questo sentimento può dare e togliere ad una persona.

Le prime volte che ascoltavo questi testi non ci capivo assolutamente niente perchè non essendo napoletana sembrava di sentir cantare in un'altra lingua.
Poi ho preso dimestichezza con il linguaggio, ho letto i testi e con la mia amica è diventato quasi un gioco ascoltare le parole, provare a cantarle e tradurle.
Questi brani sinceramente continuano a piacermi ancora oggi, li canticchio ogni tanto, ce li ho raccolti nel mio ipod che non ascolto mai per mancanza di tempo, ma mi piace avere ancora intatti dei bei ricordi di quei pomeriggi spensierati passati ad ascoltare la radio o l'autoradio, in un periodo in cui anche noi stavamo subendo dei grandi cambiamenti a livello affettivo: stavamo diventando grandi quindi iniziavano a succedersi cotte e storielle più o meno serie, delusioni e farfalle nello stomaco.

Gigi D'Alessio era una valvola di sfogo per le nostre emozioni.
Il titolo "Scivolando verso l'alto" è un divertente gioco di parole che secondo me racchiude il significato intrinseco di arrivare con facilità (quindi scivolare) verso l'alto quindi per antonomasia verso qualcosa di irraggiungibile, di bello e di sublime.

Era il 1993 quando Gigi mise insieme questa raccolta di splendide canzoni, secondo me una delle migliori, ma non l'unica meritevole di lode.
Qui di seguito vi copio le tracce da Wikipedia con gli effettivi minuti d'ascolto delle canzoni.

Cumm'e si femmena 4:35
Nun ce fa sentere 4:33
Un mese in ritardo 3:57
Mezz'ora fa 5:08
Nun m'avevo annammurà 3:15
Si vengo a vivere cu' ttè 3:37
Perché non lasci tuo marito 4:07
Si tenisse 18 anne 4:07
Ma chi ce sta 4:53
Sto peggio e te 4:36

Analizzarle adesso una per una mi sembra un pò riduttivo.
Non mi piace dover raccontare per forza il contenuto di ogni singola canzone perchè ad ognuno di noi rimarrebbe impressa una frase diversa, un'emozione differente.

Potrei dirvi che la mia preferita è "Ma chi ce sta" in cui Gigi D'Alessio domanda ad una fantomatica ragazza chi è che la fa soffrire così tanto, oppure trovo bellisssima con la sua punta di carnale gelosia "Si vengo a vivere cu'ttè" in cui minaccia la sua donna di far sparire tutte le tracce dell'uomo che ha appena lasciato per lui.

Forse il pezzo più famoso, contenuto anche in altri cd, è "Mezz'ora fa" in cui Gigi D'Alessio paragona una cinica moglie vezzosa e sofisticata ad un'amante semplice e dal cuore grande.
Tutto il resto è da scoprire, ovviamente se vi piace il genere e se riuscite a trovare questo cd perchè è molto difficile reperirlo nelle nostre zone dato che di musica napoletana se ne ascolta ben poca.
Potete provare a cercarlo online o ascoltare qualche brano su Youtube.

Consigliarvelo? La musica non si consiglia, si deve ascoltare in tutta libertà.
Si deve seguire l'istinto e la propria anima, solo così potrete capire se questo cd vi piace o no.

Opinione pubblicata anche su Ciao.

Conclusione: La musica non si consiglia, si deve ascoltare in tutta libertà.