Max Pezzali - Hanno Ucciso L'Uomo Ragno 2012
UN ALBUM FANTASTICO!!! - Max Pezzali - Hanno Ucciso L'Uomo Ragno 2012 CD Musicali

L'Opinione più recente: ... si parla di ricordi, ma anche della voglia di andare avanti. Nell'insieme le canzoni dell'album sono le stesse contenute nel cd del 1992, ... altro

UN ALBUM FANTASTICO!!!
Max Pezzali - Hanno Ucciso L'Uomo Ragno 2012

Stefy1986

Nome dooyoo: Stefy1986

Prodotto:

Max Pezzali - Hanno Ucciso L'Uomo Ragno 2012

Data: 15/08/12

Valutazione:

Vantaggi: Ottima musica e buon prezzo

Svantaggi: Nessuno

Devo ammettere che Max Pezzali è uno dei miei cantanti preferiti. L'ho sempre seguito, fin dai tempi degli 883. Quest'anno mi ha fatto un regalo bellissimo: la riedizione di un album che io amo in modo particolare "Hanno ucciso l'uomo ragno".

TRACKLIST

1) Sempre noi (con la partecipazione di J-Ax)
2) Non me la menare (con la partecipazione di Entics)
3) "S'inkazza (con la partecipazione di Ensi)
4) 6/1 sfigato (con la partecipazione di Two Fingers)
5) Te la tiri 2012 (con la partecipazione di Emis Killa)
6) Hanno ucciso l'uomo ragno (con la partecipazione di Dargen D'Amico)
7) Con un deca (con la partecipazione di Club Dogo)
8) Jolly Blue (con la partecipazione di Fedez)
9) Lasciati toccare (con la partecipazione di Baby K)

LA STORIA DEL DISCO

"Hanno ucciso l'uomo ragno 2012" è l'album evento di questo 2012. Si tratta della rivisitazione dello storico album degli 883 che vede Max Pezzali collaborare con alcuni dei maggiori esponenti della scena musicale hip hop e rap (Club Dogo, J-Ax, Baby K, ecc.).
L'album esce esattamente vent'anni dopo la sua prima edizione del 1992. La prima edizione rappresenta una tappa memorabile nel percorso degli 883, che da quel momento sfornano un successo dopo l'altro.
Questo album ha rappresentato un'intera generazione, quella che ha vissuto l'adolescenza negli anni '90 e che ha eletto questo disco a portavoce dei propri casini mentali. Infatti, il disco racconta lo smarrimento degli adolescenti di quell'epoca.
Anche in questa nuova edizione si tenta di ripetere lo stesso discorso. Ne è un esempio la canzone "Sempre noi", unico inedito del disco, scritta e cantata da Pezzali in coppia con J-Ax. Nel brano si parla di ricordi, ma anche della voglia di andare avanti.
Nell'insieme le canzoni dell'album sono le stesse contenute nel cd del 1992, ma sono proposte in una nuova versione e arricchite di nuove parti interpretate dai grandi del rap e dell'hip hop.
L'album è prodotto da Claudio Cecchetto, Pier Paolo Peroni e Don Joe.

LA GRAFICA DELL'ALBUM

Il disco ha un design molto attraente, che non passa di certo inosservato. La copertina ha in alto, di colore bianco con contorno rosso, il titolo dell'album in formato grande. Sotto sono scritti tutti i nomi dei cantanti che prendono parte al disco.
La copertina presenta un braccio steso a terra e nella parte sinistra due piccole ragnatele, come a rappresentare la morte del famoso uomo ragno.
Il retro della copertina è di colore nero, sui spiccano i titoli delle canzoni con delle simpatiche caricature dei cantanti che collaborano all'album.
All'interno dell'album c'è un simpatico libretto con tutti i testi delle canzoni, molto colorato e simpatico. Anche qui compaiono molte caricature, tra cui anche quella di Max Pezzali.

MAX PEZZALI

Max Pezzali nasce a Pavia il 14 novembre 1967. Fin da giovanissimo si dimostra appassionato di musica e di rock, specialmente negli anni del liceo.
E' proprio sui banchi di scuola che conosce Mauro Repetto e insieme formano gli 883. I due compongono brani semplici, ma attuali che li consacrano nel panorama musicale italiano. In particolare ci sono canzoni come: "Hanno ucciso l'uomo ragno", "Con un deca", "Sei un mito", "Nord sud ovest est" e "Come mai".
Nel 1994 Repetto abbandona il gruppo improvvisamente e i due non si vedranno per molti anni. Pezzali continua però a mantenere il nome del gruppo e pubblica "La donna, il sogno & il grande incubo" nel 1995, "La dura legge del gol" nel 1997, "Gli anni" nel 1998, "Grazie mille" nel 1999 e "Uno in più" nel 2001.
Nel 2004 Pezzali decide di abbandonare il nome 883 e da quel momento i suoi album porteranno il suo nome. Esce, in questo stesso anno, l'album "Il mondo insieme a te" in due versioni: la versione normale, contenente solo il cd, e la versione speciale con DVD, in edizione limitata, di cui sono state pubblicate solo 30.000 copie numerate.
Nel 2005, esce una raccolta di successi suoi e degli 883, intitolata "TuttoMax". L'album si piazza molto bene in classifica e le vendite sono numerose.
Il 2006 è un anno di pausa per Pezzali e solo nel 2007 pubblica un nuovo album. Il disco s'intitola "Time Out" e si piazza al primo posto nella classifica italiana dei dischi più venduti. Il singolo di lancio "Torno subito", è stato uno dei tormentoni dell'estate del 2007.
Dopo un periodo di alti e bassi, nel 2011 Pezzali partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Il mio secondo tempo". Esce quindi il suo nuovo album "Terraferma". Il 31 maggio dello stesso anno ne esce una versione deluxe con l'aggiunta di 3 bonus track.
Nel 2012, in occasione dei suoi 20 anni di carriera, esce la riedizione di "Hanno ucciso l'uomo ragno".

COMMENTO PERSONALE

Gli 883 hanno segnato la mia infanzia e adolescenza. Quando è uscito il loro primo disco, mia sorella da grande fan, l'ha subito acquistato. All'epoca c'erano le musicassette e il mangianastri, ma le emozioni che mi hanno saputo regalare non si dimenticano.
Da bambina conoscevo già tutte le canzoni più belle di questo gruppo e ho pianto quando Repetto se ne è andato. In segreto avevo una cotta per questo misterioso ragazzo, che non ho mai ben capito che ruolo avesse. Mi sembra abbia scritto alcune canzoni con Pezzali.
Insomma, avevo paura che con la sua assenza la storia degli 883 sarebbe finita. Per fortuna Pezzali ha continuato da solo e mi ha regalato ancora tante belle canzoni.
"Hanno ucciso l'uomo ragno" è l'album di un'intera generazione, compresa la mia. Sono davvero felice di questa splendida riedizione.
Una cosa che ho sempre amato di Max Pezzali è la sua capacità di stare sempre al passo con i tempi. Nel suo nuovo album, riedizione del disco d'esordio, compaiono artisti rap e hip-hop. Pezzali si è infatti reso conto di come questi generi stiano vivendo una vera e propria esplosione, perché sono gli unici che parlano dritti al cuore e al cervello dei ragazzi, con immediatezza di linguaggio e contenuti che raccontano il mondo reale così com'è.
Ascoltando con attenzione il disco ho capito che i sogni, le paure, i bisogni e le emozioni dei ragazzi non sono poi così cambiati negli ultimi vent'anni.
Mi piacciono moltissimo tutte le canzoni, ma le mie preferite restano sempre: "Hanno ucciso l'uomo ragno", "Con un deca", "Jolly Blue" e "Lasciati toccare". Quest'ultimo brano è davvero molto sensuale e vanta la collaborazione con "Baby K".
Ho acquistato il disco a Euro 13,90. Per fortuna l'ho trovato in offerta, ma anche se fosse stato più caro l'avrei acquistato ugualmente. Un pezzo di storia come questo non posso non averlo!!!

p.s. opinione da me pubblicata anche su altro sito

Conclusione: BUON ASCOLTO!!!