A casa dopo l'uragano (DVD)
UN FILM CHE FA RIFLETTERE!!! - A casa dopo l'uragano (DVD) DVD / Blu-Ray Film

L'Opinione più recente: ... padre di Theron non ha una buona influenza sul rapporto e ben presto i due sembrano allontanarsi sempre più. Il ragazzo decide di lasciare... altro

UN FILM CHE FA RIFLETTERE!!!
A casa dopo l'uragano (DVD)

Stefy1986

Nome dooyoo: Stefy1986

Prodotto:

A casa dopo l'uragano (DVD)

Data: 25/10/13

Valutazione:

Vantaggi: Ottima trama e personaggi convincenti

Svantaggi: Nessuno

"A casa dopo l'uragano" è un film del 1960 che vede come protagonisti Robert Mitchum e Eleanor Parker. Mi è capitato di vederlo qualche giorno fa in televisione.
Il film si basa sulla storia della famiglia Hunnicutt composta dal marito Wade, dalla moglie Hannah e dal figlio Theron. Purtroppo Wade è conosciuto come un gran dongiovanni e ad occuparsi del ragazzo è perlopiù la madre. I rapporti tra padre e figlio sono sempre più tesi. Il padre lo introduce nel mondo della caccia e Theron ne è felice e per la prima volta non è più sotto la sola influenza materna.
Le cose si complicano quando la madre confessa a Theron che suo padre ha un altro figlio che si chiama Rafe. Theron conosce bene questo giovane e ne resta talmente turbato che decide di parlarne con il padre, che però non vuole sentirne parlare.
Nel frattempo Theron ha una relazione con Libby, ma il padre di lei non vede di buon occhio il loro rapporto. Purtroppo il padre di Theron non ha una buona influenza sul rapporto e ben presto i due sembrano allontanarsi sempre più.
Il ragazzo decide di lasciare la casa dei genitori e si trasferisce da suo fratello Rafe. Libby scopre di essere incinta, ma non lo dice a Theron che finisce per lasciarla poichè ha paura di diventare come il padre.
Libby finisce per confidarsi con Rafe e lui le propone di occuparsi del bambino, poichè la trova anche molto attraente. I due si sposano e finalmente si respira un'aria di tranquillità e piano piano Libby si innamora del marito.
Il giorno del battesimo del bambino, il padre di Libby ascolta alcuni pettegolezzi su sua figlia. L'uomo sconvolto finisce per uccidere Wade Hunnicutt, in quanto ritenuto vero padre di suo nipote.
Theron sconvolto dal dolore e su richiesta del padre chiama Rafe, ma quando giungono ormai egli è morto. Theron, dopo uno scontro con il fratello, trova il padre di Libby e lo uccide. Sconvolto per quello che ha fatto e aver detto addio a Rafe, Theron abbandona la sua città e se ne va per sempre.
Hannah Hunnicutt, rimasta sola, fa incidere sulla lapide i nomi di entrambi i suoi figli. Rafe sa che questo scatenerà le chiacchiere della gente, ma la signora Hunnicat gli risponde che è giusto così. Il giovane invita la donna a seguirlo e gli chiede di rimanere con lui e Libby, per aiutarli con il bambino. Ovviamente la donna ne è felice e i due si allontanano verso una nuova vita.
Personalmente trovo questo film davvero molto bello, ci fa riflettere su molte tematiche ed è abbastanza attuale. Intanto vediamo una famiglia rovinata dal solito uomo troppo vanitoso e falso per riconoscere il vero amore, cioè la moglie e il figlio. Il racconto di Hannah su come ha scoperto che il marito ha un altro figlio è davvero triste e ci fa capire come per anni sia stata costretta a subire passivamente umiliazione. Difatti confessa a Theron di non dividere più la stanza con il marito da prima che lui nascesse.
Nel corso del film vediamo un leggero cambiamento in Wade, per la prima volta sembra riavvicinarsi alla moglie per aiutare il figlio in crisi. Sfortunatamente per i due non esiste più alcuna possibilità, perchè Wade muore assassinato.
Dall'altra parte ci troviamo di fronte ad un figlio da sempre più attaccato alla madre, ma che poi tenta di avvicinarsi al padre. Tra i due però non ci sarà mai un vero rapporto, perchè il padre è troppo occupato ad occuparsi di se stesso. In pratica Theron è sempre stato solo, proverà però un grande affetto verso suo fratello.
Purtroppo questo film ci mostra anche una madre ed una moglie incapace di gestire la situazione. Troppo attaccamento all'unico figlio e poca comunicazione con il marito.
Insomma tutti sono colpevoli, chi più chi meno, di non aver mai cercato di cambiare le cose e purtroppo questo succede anche in famiglie del giorno d'oggi. Purtroppo non si può aspettare gli ultimi attimi della propria vita per capire dove si è sbagliato, occorre farlo prima per il bene dei figli e delle persone che ci sono care.

p.s. opinione da me pubblicata anche altrove

Conclusione: Nessuna famiglia è perfetta...