Margaret (DVD)
Buon film dal misterioso titolo - Margaret (DVD) DVD / Blu-Ray Film

L'Opinione più recente: ... cerca di soccorrerla. Questo fatto la sconvolge alquanto ma, in un primo momento, cerca di salvare l'autista dal possibile licenziament... altro

Buon film dal misterioso titolo
Margaret (DVD)

petardo

Nome dooyoo: petardo

Prodotto:

Margaret (DVD)

Data: 27/12/13

Valutazione:

Vantaggi: ...

Svantaggi: ...

La vicenda di questo film gravita attorno a Lisa, una ragazzina di 17 anni che studia in una scuola "privata e frequentata da gente di sinistra" di New York.

La madre è un'attrice teatrale con fidanzato (fresco fresco) melomane. Il padre (separato) vive con la nuova compagna in una casa in riva al mare.

Per un viaggio nel west ritiene indispensabile comprarsi un cappello da cow boy, ma quelli presenti nei negozi non la soddisfacevano. Si interessa invece a quello portato da un conducente dell'autobus, e si sbraccia, correndo a fianco dell'autobus stesso, per avere l'attenzione del conducente. Distratto dalla scena, passa con il semaforo rosso e investe una signora che morirà tra le braccia della ragazzina (alquanto intraprendente) che cerca di soccorrerla.

Questo fatto la sconvolge alquanto ma, in un primo momento, cerca di salvare l'autista dal possibile licenziamento dichiarando che era passato con il verde.

Di questa menzogna si pentirà, e il rimorso la farà ritrattare, questa volta con l'obiettivo opposto: far licenziare l'autista, peraltro non nuovo a incidenti di questo tipo.

Particolare film di Kenneth Lonergan, del quale è anche sceneggiatore. Oltre alla storia narrata, piuttosto originali sono certe scene che sembrano superflue per la storia del film (ad esempio come quando Lisa va a casa dell'autista e chiede di andare in bagno). Particolare, per un film, il carattere del personaggio principale, dalla psicologia assai controversa. Va bene che è un'adolescente con i classici "bollori" dell'età, ma il suo intestardimento nell'accusare il non del tutto incolpevole autista (anzi), peraltro tardivo, appaiono eccessivi, anche perché' ad avvantaggiarsene economicamente sarebbe una lontana parente della vittima che si è sentita interessata alla vicenda solo quando ha sentito l'odore dei soldi.

Insomma, Lisa non è affatto descritta in modo simpatico, anche per gli atteggiamenti di ottusità aggressiva che tiene nelle numerose discussioni che fanno in classe.

Nel frattempo riesce a "perdere la verginità" malamente e ad avere un flirt con un giovane e poco attrezzato professore, rimanendo pure incinta da non si sa chi e quindi abortendo (ma di queste ultimi due fatti c'è solo il suo racconto al suddetto professore).

Pur trattando una situazione interessante con attori capaci (la protagonista, interpretata da Anna Paquin, in particolare), il film si spegne man mano, e allo spettatore rimane la sensazione che "potrebbe non finire mai".

In effetti è piuttosto lunghetto (150 minuti) e, a quanto pare, doveva toccare le 3 ore, ma, fortunatamente, i produttori hanno chiesto robuste sforbiciate.

La vicenda della lunghezza del film ha impattato non poco sulla sua uscita, del 2011. Infatti, era praticamente pronto nel 2007, ma contrasti tra regista e produzione ne hanno ritardato il lancio. Adesso si "minaccia" l'uscita del DVD da 3 ore.

Altra stranezza è il titolo del film, un nome che non è di nessuno dei personaggi. È solo contenuta all'interno di una poesia letta in classe.

Insomma, un film interessante non privo di pecche.

Belle le musiche, alcune delle quali tratte dal repertorio classico.

Conclusione: ...