Caen
Caen - Caen Nazioni & Regioni

L'Opinione più recente: ... ed i suoi monumenti storici quali: l'Abbaye aux Hommes con la sua chiesa (sede del municipio di Caen), l'Abbaye aux Dames con la sua chie... altro

Caen
Caen

simopl

Nome dooyoo: simopl

Prodotto:

Caen

Data: 13/11/07

Valutazione:

Vantaggi: arte, paesaggio e gastronomia

Svantaggi: nessuno

Caen è una città francese di poco più di 100 000 abitanti e si trova in Normandia. È attraversata dal fiume Orne.
L'origine del suo nome è incerta, ma si pensa che sia gallica.
Situata fra terra e mare, è a due ore da Parigi e a dieci minuti dal mare, sulla strada per il Mont Saint-Michel.
Fondata da Guglielmo il Conquistatore ( a cui è stata dedicata persino una catena di ipermercati), ha conservato lo splendore voluto dal Duca-Re: abbazie, castello ed altri edifici prestigiosi, fino alla seconda guerra mandiale in cui quasi il 70% della città è andato distrutto.
E' sata soprannominata "la città dai cento campanili" ed attualmente si conta una quarantina di chiese di cui, in certi casi, non resta che un muro.
Oggi si può ritrovare l'anima della città nei suoi vecchi quartieri del centro città: stradine pittoresche animatissime, porto da diporto, parchi, giardini ed i suoi monumenti storici quali:
l'Abbaye aux Hommes con la sua chiesa (sede del municipio di Caen),
l'Abbaye aux Dames con la sua chiesa della Trinità,
la chiesa di Saint-Pierre (XII / XVI secolo),
la chiesa di Saint-Jean, costruita sulle vecchie paludi di Caen,
il castello di Guglielmo il Conquistatore,
la Maison des Quatrans, una casa tradizionale che risale al XIV secolo.
Il suo clima oceanico è mite: estati fresche ed inverni miti, il clima ideale per visitare questa città ricca di mille anni di storia.
Anche la gastronomia non è da trascurare: trippa alla moda di Caen, sidro, osriche, gamberetti grigi su una fetta di pane di segale imburrata e qualche goccia di limone, formaggio camembert e livarot, agnello di pré salé (gustosissimo), torta di mele e tanto altro. E su tutto dell'ottimo calvados, che qui chiamano "calva" (pronuncia calvà), bevuto a metà del pasto (trou normand = buco normanno) che nella Regione ha la stessa funzione che ha da noi il sorbetto preso fra un gruppo di portate e l'altro. Lo si beve anche a fine pasto nella tazza ancora calda dove c'è stato il caffè ("rincette", da risciacquo perchè si risciacqua la tazza dove c'è stato il caffè).
Questo è tutto un mondo che vale la pena scoprire e... gustare!

Conclusione: cose da vedere e da ... gustare!

Acquista qui

CaenRecensioni