Le prime luci del mattino - Fabio Volo
La lettura di una donna attraverso il suo diario - Le prime luci del mattino - Fabio Volo Libri

L'Opinione più recente: ... fisiche si alternano pensieri legati un cambiamento interiore, a un evolversi della personalità. "Non ho riscoperto una cosa che... altro

La lettura di una donna attraverso il suo diario
Le prime luci del mattino - Fabio Volo

Layla73

Nome dooyoo: Layla73

Prodotto:

Le prime luci del mattino - Fabio Volo

Data: 27/02/12   Ultima modifica il 05/09/14 (26 letture)

Valutazione:

Vantaggi: Le sensibilità di una donna scritta da un uomo

Svantaggi: La descrizione dei luoghi è anonima

Oggi vorrei parlarvi di un libro che ho appena finito di leggere, "Le prime luci del mattino", l'ultimo romanzo di Fabio Volo edito dalla Mondadori.

Me lo ha prestato una mia amica, che a dire il vero me ne sconsigliava la lettura, ma avendo letto altri romanzi di Fabio Volo ed essendone stata piacevolmente colpita me lo sono fatto prestare e in tre giorni l'ho finito.

La lettura del libro è scorrevole, i capitoli brevi poi mi hanno permesso di leggerne anche poche pagine senza avere la sensazione di aver lasciato una pagina a metà. Forse un po' carente la descrizione dei luoghi, il libro potrebbe essere ambientato a Milano, come a Roma.

La protagonista è Elena, e la sua storia viene raccontata attraverso le pagine del suo diario. Elena si è sposata giovane, ancor prima di maturare come persona e donna, vive un matrimonio che non è più un matrimonio da tanto tempo, condivide la sua infelicità con quest'uomo che non si accorge più di lei, le parole che usa Fabio Volo sono quelle di una donna anche se scritte da un uomo, Elena scrive nel suo diario "Non viviamo insieme, insieme ammazziamo il tempo. Abbiamo stupidamente pensato che due infelicità unite potessero dar vita a una felicità".

Ma arriva anche il tempo della coscienza di sè stessi, "Per anni ho aspettato che la mia vita cambiasse, invece ora so che era lei ad aspettare che cambiassi io." Elena, che ancora è immatura, scopre di voler sentirsi donna a tutti gli effetti, dedicando tempo a se stessa e scoprire la sessualità attraverso una relazione clandestina con un collega. Una storia basata solo sul sesso, ampiamente descritto nel romanzo con dettagli che forse possono risultare solo lo specchio per allodole visto il periodo di voyerismo che dilaga nella società moderna.

Per questa storia basata su incontri fini a se stessi Elena è anche pronta a mettere in discussione il proprio matrimonio, finchè il suo amante non le dice chiaramente di non saper vivere storie d'amore, forse è incapace di amare, e che non si può confondere, l'amore con la passione di incontri furtivi, seppur appaganti.

Il finale è un po' deludente, ma è quello che forse l'autore ha ritenuto più semplice, tutto finisce e si torna alla realtà, l'illusione di essere amata e amare è solo una breve parentesi in un matrimonio che non ha mai decollato.

Ho apprezzato la sensibilità femminile che evince dalle parole scritte da Elena, che una volta conosciuta la trasgressione, decide di lasciare Paolo (il marito) e lasciato anche l'amante, inizia ad avere relazioni con uomini a caso, conosciuti su un treno, come Nicola, che poi lascia per un terzo uomo.

Forse ora che ha la cosapevolezza del suo corpo e del piacere del sesso, Elena continua il suo viaggio alla ricerca della storia perfetta.

Un libro semplice e coinvolgente, che in alcune parti mi ha anche fatto commuovere.


Questa opinione è di mia proprietà ed è pubblicata altrove con lo stesos nick.

Conclusione: Leggero ed emozionante

Acquista qui

Le prime luci del mattino - Fabio VoloRecensioni